»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


WELFARE. IL PD: 'DOPO 15 ANNI LEGGE 328 ANCORA VALIDA, MA DA RILANCIARE'
10 novembre 2015

 

Presente la sua autrice Livia Turco e l'attuale ministro Giuliano Poletti, il partito ha fatto il punto sulla legge quadro sulle politiche sociali. I nodi restano la disomogeneità dei comportamenti delle regioni e l'incertezza dei fondi

(RED.SOC.) ROMA - Promozione di politiche che aiutino le persone a sviluppare le capacità residue, rafforzamento di reti che tengano conto dei nuovi attori del welfare, capacità di leggere i nuovi bisogni e innovare le risposte sociali: sono questi, secondo Livia Turco, gli ingredienti per il rilancio della ''sua'' legge 328 (varata mentre era ministra della Solidarietà), meglio conosciuta come legge quadro sulle politiche sociali, e discussa oggi in un convegno del Pd alla Camera a 15 anni dalla sua approvazione. ''La forza di quella legge è sempre stata la forte condivisione con cui è nata - ha spiegato Turco - che non dipese da un legislatore illuminato, ma da un sentire nazionale comune. Il valore della 328 è quello di aver saputo dare dignità a un intero comparto, ma con gli occhi di oggi dobbiamo considerare che lo stesso testo non tiene conto di nuovi bisogni quali migrazioni, invecchiamento della popolazione, cronicità''. Ma a mancare è soprattutto l'omogeneità tra le regioni. In quindici anni, ogni territorio ha interpretato e applicato a suo modo i principi del testo. Cinque regioni non hanno ancora recepito la legge e, tra quelle che lo hanno fatto, solo 12 si sono assunte la responsabilità di procedere con i piani di attuazione. Il quadro dell'integrazione socio-sanitaria è frammentato e la stessa integrazione zoppica in tutte quelle regioni interessate da piani di rientro sanitari. La mancata definizione dei Leps (livelli essenziali delle prestazioni sociali) a livello nazionale non aiuta a definire quali e quanti servizi potersi permettere e, se a questo si aggiunge che solo 9 regioni hanno recepito i Lea (Livelli essenziali di assistenza), ben si comprende come risulti difficile anche la ripartizione di costi per quegli interventi che sono sociali, ma anche sanitari.

Dei fondi dedicati si è fatto interprete Pietro Barbieri, portavoce del Forum nazionale del terzo settore. ''La 328 - ha spiegato - non ci sarebbe se non esistesse il terzo settore che legge i bisogni e progetta insieme all'ente locale. Diritti e universalismo sono la forza di questa legge, ma la terza gamba manca sempre: è il grande tema delle risorse. C'è la sanità da una parte, la previdenza dall'altra. In mezzo un sociale sempre più indebolito e non esiste un piano nazionale dal 2000''.

''L'impianto della legge 328 - ha affermato Donata Lenzi, capogruppo Pd in commissione Affari sociali - è ancora attuale; è una legge che guarda lontano, basti pensare ai riferimenti al terzo settore, alla definizione delle competenze dei comuni e delle regioni, alla valorizzazione degli operatori e all'attenzione ai servizi domiciliari. Le politiche sociali devono cambiare insieme alla società che cambia rapidamente. A questo proposito, confermiamo il nostro impegno per una rapida approvazione della legge sul 'Dopo di noi', già finanziata nella legge di Stabilità, dopo che è già stata approvata la legge sull'autismo. Vorremmo che il sistema integrato messo in campo 15 anni fa con la legge 328 proseguisse; perché mentre la politica discute, la società va avanti e cambia''.

''Non possiamo ripartire dal 2000 - ha infine chiosato il ministro del Lavoro e politiche sociali Giuliano Poletti - benché siano state pensate e messe in campo cose sagge. Oggi dobbiamo capire cosa recuperiamo in positivo, ma anche che impianto di governance costruiamo. Ripartiamo dal ben fatto e valutiamo con coscienza quello che ha funzionato e quello che ha funzionato meno''.




TAGS:
welfare&keyw=welfare" title="Cerca articoli con il tag: welfare">welfare |  servizi sociali |  legge 328 | 




Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'welfare' »

TAGCLOUD
legge di stabiità legge di stabilità attività parlamentare esodati pensioni donne affari sociali Bersani decreto sanità bologna costituzione festa. unità sanità salute parità di genere università terzo settore emilia-romagna elezioni


AGENDA
06 dicembre 2017
Alla vigilia di giorni decisivi per la legge sul fine vita e lo ius soli, ci troviamo domani a parlarne al Centro Sanrafl di Bologna...
04 dicembre 2017
"Biotestamento, l'importanza di scegliere": il Pd organizza un incontro "Biotestamento, l'importanza di scegliere" Oggi a Faenza alle 18, nella Sala Bigari della Residenza Municipale
02 dicembre 2017
Testamento biologico e principio di autodeterminazione della persona - Salerno Palazzo di Giustizia, ore 9.30

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl