»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


TERZO SETTORE. RIFORMA, 430 EMENDAMENTI: SI VOTA (FORSE) DA GIOVEDÌ
09 gennaio 2015

 

La Commissione Affari sociali vicina all'esame delle proposte di modifica al testo del ddl presentato dal governo: codice civile e impresa sociale i temi più dibattuti. Ma i tempi potrebbero allungarsi per l'arrivo in Aula della riforma costituzionale

Gli emendamenti sono 430 e - sempre che la riforma costituzionale lo permetta - saranno passati al vaglio della Commissione Affari sociali della Camera a partire da giovedì 15 gennaio. Altro piccolo passo avanti per la riforma del terzo settore, il cui iter parlamentare dovrebbe riprendere la prossima settimana con l'esame delle proposte di modifica al testo del disegno di legge delega approvato nel luglio 2014 dal Consiglio dei ministri. Da tempo scaduti i termini per la loro presentazione, gli emendamenti saranno analizzati in questi giorni dai componenti la commissione e anche dal governo, che con il sottosegretario Luigi Bobba (che ha seguito l'intero iter) dovrà pronunciarsi esprimendo un parere - favorevole o contrario - su ogni proposta di modifica.

"Il voto sugli emendamenti - dice la relatrice del testo, la deputata del Pd Donata Lenzi -dovrebbe iniziare giovedì prossimo, 15 gennaio, compatibilmente con i lavori dell'Aula che in questa fase è impegnata nella discussione sulla riforma costituzionale, un tema che ha la priorità su ogni altro provvedimento e sul quale sarà necessaria in occasione del voto una presenza costante in Aula". Il voto sulla riforma del terzo settore potrebbe dunque subire uno slittamento, specialmente nei giorni in cui i deputati - tutti i deputati - saranno "precettati" dai rispettivi capigruppo per presidiare l'Aula di Montecitorio per il voto sulla riforma costituzionale.

Quanto al contenuto, le due aree sulle quali si dovrebbero concentrare la maggior parte delle proposte di modifica sono da un lato quella dell'articolo 2 del testo di legge delega, in particolare sulla parte relativa alla parte civilistica (quindi la revisione della disciplina giuridica delle associazioni e di tutti i soggetti del terzo settore, attualmente contenuta nel libro primo del codice civile) e dall'altro lato quella relativa all'impresa sociale, che rappresenta probabilmente il tema più caldo - quello su cui le posizioni sono meno condivise - dell'intera riforma. Ma ovviamente ci sono emendamenti anche sulla parte della normativa fiscale e su quella - altrettanto sentita - del servizio civile universale.





TAGS:
terzo settore | 




Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'terzo settore' »

TAGCLOUD
attività parlamentare pensioni donne sanità legge di stabiità elezioni Bersani emilia-romagna legge di stabilità esodati università parità di genere bologna terzo settore welfare salute affari sociali decreto sanità festa. unità


AGENDA
07 agosto 2017
Casalecchio Festa Unità Piazza del Popolo: Donne e lavoro: violenze da fermare e diritti da acquisire
02 agosto 2017
Anniversario della strage alla Stazione di Bologna
13 luglio 2017
Testamento Biologico: perché una legge sul fine vita.

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright © Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl