»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


IL SEMINATORE DI ODIO CHE DA' VOCE ALLA RABBIA di Donata Lenzi
02 settembre 2012

 

Dedicate qualche minuto a leggere la pagina facebook del Pd http://www.facebook.com/partitodemocratico.it

Vi troverete ad esempio una frase così “Avete stuprato migliaia di pensionandi....” e  gli “andate a fa…” si sprecano. Ora è vero che stare in rete vuol dire scordarsi di essere permalosi, ma siamo proprio sicuri che non ci debba essere alcun limite? E questa politica (politica non antipolitica, questi sono pezzi di costruzione di odio politico) dove ci porta, o meglio dove porta l’Italia?

Qualche giorno fa in piena polemica Bersani-Grillo, un’amica su facebook, Gessica,  ha chiesto “voi che parola avreste usato al posto di fascisti per definire l’attacco continuo e violento a cui è soggetto soprattutto il Pd? “.

E’ una buona domanda e provo a dare la mia risposta. Capisco il senso con il quale Bersani li ha definiti “fascisti”, cioè violenti arroganti autoritari, ma fascisti ha anche un significato storico-politico preciso e non basta a spiegare l’oggi.

Avrei detto “seminatori di odio” e seminare odio nel web o fuori dal web è facile in un momento di gravissima crisi economica, quando la rabbia per l’oggettivo peggioramento delle proprie condizioni economiche cerca sfogo.

Insulto, dileggio, disprezzo, odio  a volte ma non sempre giustificati dalle difficoltà personali, e alla fine delegittimazione dell'avversario, rifiuto di riconoscere dignità al pensiero diverso dal mio. Un passo ancora e siamo fuori da un contesto democratico.

 

L’odio è una componente spesso presente in politica, nei militanti che vi si appassionano in modo totalizzante o causato proprio dalla scelta politica  di alimentarlo, verso chi viene individuato come nemico per far crescere il proprio consenso.  Non ricordo una volta sola che abbia portato bene. Ricordo invece anni di odio politico che hanno provocato vittime, morti e dolore. Sono nel nostro passato, ma è un passato ancora vicino.

Una volta un amico militante mi ha detto che chi non odia è un cattivo politico. Beh, personalmente  non odio nessuno. Posso  provare rabbia, antipatia profonda, anche disgusto, ma l’odio appartiene a mio parere ad un’idea barbara della politica. Ad una politica contro, non a una politica per.

Quegli stessi duri anni settanta nel quale crebbe il terrorismo, videro il radicarsi in Italia dei movimenti pacifisti e non violenti. Una delle prime cose che si imparava era il rifiuto della violenza a partire dal linguaggio, perché la violenza verbale era l’incubatrice della violenza fisica. Ricordati che quello che hai di fronte prima che un avversario è un uomo. Vedo ora disperdersi quella cultura civile, ma almeno noi, noi del PD, non dobbiamo dimenticare.

Questo non significa sottovalutare i sentimenti, ormai tradotti in convinzioni, che stanno prevalendo. Il 50% dell’opinione pubblica, sondaggio di Diamanti, ritiene che basterebbe tagliare i costi della politica e tutto si risolverebbe, e vede nella politica il nemico non la risposta ai problemi.  E' una scorciatoia facile per problemi complessi e non tutti risolvibili a livello nazionale, ma o affrontiamo anche questo tema in modo chiaro e senza mediazioni, perché non è vero che non  si è fatto nulla ma è vero che si è andati avanti in modo confuso, o mancherà la fiducia necessaria per  affrontare il tema drammatico di come superare la crisi, come uscire dalla recessione, come far aumentare l’occupazione.

 

Sul web poi bisogna starci anche per rispondere, non solo per dichiarare. Tornate a quella pagina di facebook, un partito e dei militanti del PD che vivono oggi non posso lasciare vuoto lo spazio e non rispondere educatamente, pacificamente ma fermamente, anche agli insulti che nascono da problemi veri.





TAGS:
grillo |  web | 




Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'Bersani' »

TAGCLOUD
attività parlamentare affari sociali legge di stabiità festa. unità legge di stabilità terzo settore università elezioni parità di genere decreto sanità salute donne welfare pensioni Bersani bologna sanità emilia-romagna esodati


AGENDA
16 ottobre 2017
PIU' DIRITTI PER UNA SOCIETA' PIU' GIUSTA
14 ottobre 2017
Testamento biologico. BOLOGNA
07 ottobre 2017
Fine vita. IVREA (TO)

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl