»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


La riforma delle materne, di D. Lenzi su Repubblica
01 maggio 2012

DA REPUBBLICA BOLOGNA DEL 01-05-2012


La riforma delle materne e il patrimonio delle Asp


di DONATA LENZI



Bologna ha una lunga storia di attenzione all'infanzia e all'istruzione. I nostri antenati fecero grande l'Università e misero anche da parte qualche risparmio per i minori. Vorrei fare una proposta sul tema servizi educativi all'infanzia che tenga conto degli evidenti limiti giuridici della fondazione pubblica, nella misura in cui la sua ragion d'essere è solo strumentale, per evitare i limiti del patto di stabilità e del dato oggettivo che, senza risorse, non si fa nulla. I nostri antenati avevano costituito diversi enti di beneficenza per assistere o per istruire bambini e bambine in povertà. Una parte dei beni passò alle Province, il complesso della Maternità è l'esempio più noto e la loro vendita ha finanziato, e mi auguro finanzi ancora, la costruzione delle nuove scuole superiori.

Un'altra parte diede vita a sei Ipab per la cura dei minori o la loro istruzione: la Fondazione Bertocchi, la Fondazione Dallolio Manservisi, gli Istituti di Assistenza Riuniti, gli Istituti Educativi in Bologna, l'Istituto Clemente Primodì e l'Istituzione Cassoli Guastavillani. Nel 2008, su disposizione regionale, sono state trasformate in una unica Asp (Irides) e ne sono soci anche il Comune, la Provincia e la Fondazione Cassa di Risparmio. La giunta del Comune di Bologna ne ha deciso l'accorpamento con le altre Asp per dar vita ad un'unica Azienda peri servizi assistenziali. Nell'Asp Irides c'è un patrimonio vincolato all'infanzia, piccolo ma c'è, ci sono competenze professionali e una struttura giuridica pubblica dotata di una propria autonomia.

Conosco l'obiezione ideologica: istruzione è una cosa, assistenza un'altra. Ma il bambino è uno solo e i Comuni si occupano di entrambe le funzioni, basta riconoscere e valorizzare le diverse competenze avendo a mente di offrire ai nostri figli i servizi educativi migliori. Potremmo dar vita ad unico solo grande ente dedicato ai bambini e ai ragazzi, intorno al quale valorizzare la rete dei tanti soggetti privati profit e non profit che si occupano d'infanzia e chiamando a dirigerlo e a sostenerlo le migliori "teste" con quello sguardo al futuro che ebbero quei bolognesi che secoli fa hanno lasciato quel patrimonio ai nipoti.







Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'bologna' »

TAGCLOUD
sanità welfare parità di genere Bersani bologna donne terzo settore elezioni festa. unità pensioni affari sociali legge di stabiità attività parlamentare decreto sanità emilia-romagna legge di stabilità esodati salute università


AGENDA
16 ottobre 2017
PIU' DIRITTI PER UNA SOCIETA' PIU' GIUSTA
14 ottobre 2017
Testamento biologico. BOLOGNA
07 ottobre 2017
Fine vita. IVREA (TO)

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl