»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


Logoramento
04 aprile 2011

 
A lato un articolo chiarissimo del nostro capogruppo in commissione Bilancio Alberto Fluvi sull'iniquo fisco di Tremonti. Vi ricordo poi questa settimana l'8 la manifestazione notte bianca sulla scuola e sulla democrazia e il prossimo lunedi 11 in tutti i quartieri iniziativa su welfare a Bologna. Il testo che segue è anche su facebook per favorire il confronto. E' una vittoria delle opposizioni aver rinviato alla prossima settimana dopo un duro ostruzionismo parlamentare il cosiddetto processo breve (meglio sarebbe chiamarla prescrizione breve). E sarebbe bene riconoscere che Bersani e Franceschini hanno fatto la scelta tattica giusta evitando l'avventino (abbandono dell'aula) che avrebbe permesso una veloce approvazione, o le nostre dimissioni in massa proposte dal "fatto quotidiano" (dimenticando che con l'attuale sistema elettorale c'è il subentro dei duecento che seguono in graduatoria) ed evitando anche il buonismo di chi tenta sempre di trovare la mediazione il che avrebbe permesso di far passare sotto silenzio un fatto grave mentre le telecamere erano puntate su Lampedusa. E' stata la crisi di nervi della maggioranza, la crisi di uomini e donne stretti tra la fedeltà al capo e alle sue personali necessità e i vincoli della battaglia parlamentare quello che ha fatto precipitare la situazione. Ma andiamo con ordine. Dal 14 dicembre il governo si regge sulla presenza dei ministri e dei sottosegretari in aula a votare, se no mancano i numeri. E' quindi costretto a votare pochi provvedimenti, in tempi ristretti concentrati in due giorni e a strozzare il dibattito, a chiedere spesso la fiducia altrimenti i ministri non riescono a fare il loro mestiere. (ricordo che noi li facemmo dimettere da parlamentare ma qui manco ci pensano). Per lo stesso motivo, la mancanza di voti in alcune commissioni, hanno dovuto inventare un gruppo parlamentare autonomo, fatto in prevalenza di profughi (i cosiddetti responsabili) molti dei quali però si assentano se non ottengono ciò che vogliono. Il governo è quindi sempre sotto ricatto. La prescrizione breve era già iscritta al odg ma veniva dopo una proposta delle opposizioni (norme a favore dei piccoli comuni ) e della legge comunitaria che è legge lunga, importante, complessa. Rischiavano quindi di non riuscire a raggiungere l'obiettivo che il capo aveva dato: approvare la prescrizione breve prima del processo Ruby e mentre i riflettori sono puntati su Lampedusa. Tralascio il fatto che appena un mese fa avevano presentato la mega riforma costituzionale della giustizia e negato che ci sarebbero stati provvedimenti ad personam. Alle 11 di mercoledì con i ministri schierati in aula chiedono di votare l'inversione dell'ordine del giorno e mettere al primo posto l'urgentissimo provvedimento n.3137 (prescrizione breve). Da lì la decisione di ostruzionismo a cominciare dalla contestazione dei verbali (dopo una discussione interna di pochi minuti ma dura tra chi voleva uscire e chi voleva rimanere e affrontare la battaglia parlamentare). L'allungamento dei tempi conseguente all'ostruzionismo è stato ovviamente vissuto con sofferenza soprattutto dai ministri, più volte attaccati perchè bloccati in aula ("ministro Frattini ma non le suona neanche il cellulare ma allora lei non conta proprio niente!"). E poi la reazione isterica di La Russa la sera di mercoledì, il mattino dopo il consiglio dei ministri sospeso per permettere ai ministri di venire a votare  un verbale,(!!!!!) Alfano che non arriva in tempo e reagisce male, i gravissimi insulti a Ileana Argentin ("handicappata del..). Sono convinta che la gran parte di noi deputati di opposizione e di maggioranza, vorrebbe un altro clima e vorrebbe discutere del paese ed dei suoi problemi, vorrebbe discutere anche di giustizia (sappiamo che non va tutto bene,) ma non è possibile. Questa settimana ci ha confermato questo: che si fa solo quello ch serve al capo. I 315 deputati che hanno votato un testo che dice che Ruby poteva anche essere la nipote di Mubarak ora sono costretti a seguire un nuovo copione ma sempre di un copione si tratta.  Ne consegue che anche l'idea che il Pd debba superare  l' antiberlusconismo è una mera illusione quando il berlusconismo detta l'agenda del paese. Rimane valido quello che disse Borrelli "resistere" ogni giorno e in ogni luogo, lavorare per dividerli e logorare la maggioranza, continuare nel lavoro di costruzione di un insieme di valori alternativi prima che di un programma alternativo perchè sono i valori fondanti la nostra democrazia quelli messi in crisi dall'egoismo berlusconiano. Certo il richiamo di Napolitano ci tocca, un recupero di stile, di aplomb, è opportuno, la delegittimazione del parlamento è una grande questione di democrazia e ne portiamo una parte di responsabilità. E domani in aula si ricomincia, primo oggetto: il conflitto di attribuzione. Come volevasi dimostrare. Postilla: venerdì sono riuscita ad andare a Bologna alla bella conferenza organizzata dall'istituto De Gasperi  sul tema: L'apporto della psicoanalisi alla democrazia tra vecchi e nuovi totalitarismi con il noto psicanalista Massimo Recalcati molto interessante e molto preoccupante. Vi allego un suo articolo






Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'donne' »

TAGCLOUD
terzo settore decreto sanità sanità costituzione bologna festa. unità salute donne attività parlamentare pensioni elezioni legge di stabilità legge di stabiità esodati affari sociali emilia-romagna università Bersani parità di genere


AGENDA
06 dicembre 2017
Alla vigilia di giorni decisivi per la legge sul fine vita e lo ius soli, ci troviamo domani a parlarne al Centro Sanrafl di Bologna...
04 dicembre 2017
"Biotestamento, l'importanza di scegliere": il Pd organizza un incontro "Biotestamento, l'importanza di scegliere" Oggi a Faenza alle 18, nella Sala Bigari della Residenza Municipale
02 dicembre 2017
Testamento biologico e principio di autodeterminazione della persona - Salerno Palazzo di Giustizia, ore 9.30

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl