»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


Question Time dell'On Lenzi sulla social card
03 febbraio 2011

  (Chiarimenti in merito alle risorse pubbliche
e private destinate alla social card
per l'anno 2011 - n. 3-01435)
PRESIDENTE. L'onorevole Lenzi ha facoltà
di illustrare la sua interrogazione
n. 3-01435, concernente chiarimenti in
merito alle risorse pubbliche e private
destinate alla social card per l'anno 2011
(vedi l'allegato A - Interrogazioni a risposta
immediata).
DONATA LENZI. Signor Presidente, signor
Ministro, la domanda è: dove è finita
la social card ? Oggi l'ISTAT ha denunciato
un calo di reddito delle famiglie pari al 2,7
per cento. Era 15 anni che questo dato
non vedeva un calo così rilevante. Se ciò
è avvenuto per tutte le famiglie italiane, è
legittimo pensare che le famiglie in condizione
di povertà relativa e, ancor più,
quelle in condizione di povertà assoluta -
che hanno quindi una capacità di spesa
minima - si trovino in una condizione
ancora peggiore e il loro numero sia
complessivamente aumentato.
L'unico provvedimento del Governo di
lotta alla povertà è stata la social card, che
risale al 2008.
PRESIDENTE. La prego di concludere,
onorevole Lenzi
DONATA LENZI. Noi abbiamo sempre
fatto rilevare che è molto limitata, sia nel
numero dei beneficiari che nella certezza
dei finanziamenti, e siamo qui a chiederne
conto.
PRESIDENTE. Il Ministro per i rapporti
con il Parlamento, Elio Vito, ha
facoltà di rispondere.
ELIO VITO, Ministro per i rapporti con
il Parlamento. Signora Presidente, rispondo
all'interrogazione dell'onorevole
Lenzi e degli onorevoli del suo gruppo che
replicheranno, che è rivolta al Ministero
dell'economia e delle finanze.
Il Ministero dell'economia e delle finanze
fa presente che le risorse per l'attuazione
del Programma Carta acquisti,
oltre allo stanziamento iniziale di 170
milioni di euro, sono state determinate da
vari provvedimenti legislativi e consistono
nelle seguenti fonti di finanziamento: una
Atti Parlamentari - 49 - Camera dei Deputati
XVI LEGISLATURA - DISCUSSIONI - SEDUTA DEL 2 FEBBRAIO 2011 - N. 428
quota parte del Fondo è alimentata dall'importo
dei conti correnti dei rapporti
bancari definiti dormienti (queste risorse
non sono ancora disponibili); quanto destinato
sulla base di specifiche condizioni
dalle cooperative a mutualità prevalente
(le risorse così affluite ammontano ad un
importo superiore a dieci milioni di euro);
ulteriori somme che in base all'articolo 83,
comma 22, del decreto-legge n. 112 del
2008 saranno versate alle entrate del bilancio
dello Stato per la successiva assegnazione
al Fondo Carta acquisti (non
ancora disponibili); le somme derivanti dal
recupero di determinati aiuti di Stato da
versare alle entrate del bilancio dello Stato
per essere riassegnate al Fondo per la
Carta acquisti (le risorse così affluite ammontano
a un importo superiore a 485
milioni di euro); l'integrazione del Fondo
Carta acquisti stabilita dall'articolo 24
della legge n. 88 del 2009 (con 6 milioni di
euro per l'anno 2009 e 15 milioni di euro
a decorrere dall'anno 2010, per un totale
di 21 milioni di euro affluiti al Fondo);
ulteriori risorse che l'articolo 24, comma
1, della legge n. 99 del 2009 ha destinato
per incrementare il Fondo Carta acquisti
(queste risorse sono integralmente affluite
per un importo superiore a 259 milioni di
euro).
Successivamente allo stanziamento iniziale
di 170 milioni di euro, è stato poi
versato nel Fondo ed erogato, attraverso la
Carta acquisti, l'importo di due milioni di
euro, destinati al rimborso delle spese
occorrenti per l'acquisto di latte in polvere
e pannolini, ai sensi dell'articolo 19,
comma 18, del decreto-legge n. 185 del
2008.
Per quanto riguarda, invece, le risorse
versate al Fondo da soggetti privati, sono
da segnalare esclusivamente i contributi
versati in esito alle convenzioni con i
soggetti che sono appunto richiamati nell'interrogazione
dell'onorevole Lenzi.
A fronte delle erogazioni già effettuate
alla data del 31 dicembre 2010, restano
disponibili risorse per un ammontare
complessivo di circa 680 milioni di euro
che, al netto della somma di circa 193
milioni di euro (residua dalla donazione
destinata esclusivamente ai beneficiari
della Carta acquisti utilizzatori di gas
naturale o GPL), portano gli stanziamenti
complessivi ancora disponibili per il programma
Carta acquisti a circa 487 milioni
di euro.
In conclusione, onorevoli interroganti,
a normativa vigente, con le citate risorse
disponibili nel Fondo Carta acquisti, il
Ministero dell'economia e delle finanze
stima che il programma potrebbe proseguire
per tutto l'esercizio finanziario 2012






Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'camera' »

TAGCLOUD
sanitĂ  affari sociali camera terzo settore salute Bersani welfare sanitŕ bologna elezioni universitĂ  donne esodati PD attivitĂ  parlamentare costituzione legge di stabilitĂ  pensioni emilia-romagna


AGENDA
06 dicembre 2017
Alla vigilia di giorni decisivi per la legge sul fine vita e lo ius soli, ci troviamo domani a parlarne al Centro Sanrafčl di Bologna...
04 dicembre 2017
"Biotestamento, l'importanza di scegliere": il Pd organizza un incontro „"Biotestamento, l'importanza di scegliere" Oggi a Faenza alle 18, nella Sala Bigari della Residenza Municipale “
02 dicembre 2017
Testamento biologico e principio di autodeterminazione della persona - Salerno Palazzo di Giustizia, ore 9.30

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright © Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl