»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


La partita finale
06 agosto 2010

 
L' 8 sera alle 21.45 parlo alla Festa dell'Unità di Ca' Bortolani a Savigno. Nelle news una nota sulla visita che abbiamo fatto all'Aquila il 29 luglio, in Facebook trovate le foto che ho fatto di una città "impacchettata" nelle impalcature, case vuote e cantieri fermi.
Il 4 agosto 2010 è una data da segnare. La Camera ha vissuto un momento drammatico e la legislatura ha subito una svolta. 299 voti non bastano a governare con tranquillità, c'è sempre il rischio che quei 229 voti a favore della mozione di sfiducia si sommino con le 75 astensioni.
Siamo alla partita finale. Si voterà, temo, a Natale o in primavera. Se vince ancora Berlusconi gli ultimi due bastioni di resistenza, la Presidenza della repubblica e la Costituzione saranno travolti. Il Parlamento, che in un corretto sistema di separazione dei poteri è un altro bastione della democrazia, con questa legge elettorale che assegna un enorme premio di maggioranza a chi arriva prima anche con solo un voto in più e non permette la selezione dei candidati potrebbe essere molto più di ora, soprattutto nella Pdl, costituito da una accozzaglia di fedeli cortigiani.
Lasciate stare destra e sinistra, qui è la corruzione diffusa, enormemente favorita dalle leggi lassiste,  dai condoni  e dai comportamenti di chi governa, il vero problema, perché ormai ha corroso il sistema in un intreccio infernale di favori tra politici dirigenti e imprese amiche. La cricca  è solo l'episodio più clamoroso. E a questo si risponde alleggerendo le responsabilità invece che punirle (il decreto su Tirrenia votato il 3 agosto prevede la non responsabilità civile e amministrativa degli amministratori !). Ma se così è, se siamo cioè ad una svolta decisiva vi dico con chiarezza che l'obiettivo è  sconfiggere Berlusconi e il berlusconismo e che sarà durissima perché controlla ormai tutto il sistema televisivo. Dico che la partita che si gioca non è un confronto tra destra e sinistra, ma per la democrazia e, come si fece sessant'anni fa con l'Assemblea costituente, se ci si riesce si prova a governare transitoriamente con chi ci sta per ripristinare la correttezza delle regole del gioco. Adesso la nostra squadra parte con una penalizzazione di partenza e la corruzione è arrivata anche all'arbitro. Che ci si divida al nostra interno sulla legge elettorale è ridicolo.  Che ci sia chi urla  che vuole il voto subito mi stupisce quando persino Beppe Grillo che avrebbe tutti i vantaggi suggerisce prima di modificare la legge.
Banalmente se Berlusconi vuole votare ora vuol dire che conviene a lui. Al paese sicuramente no, stante la difficile congiuntura economica. Vi riporto a lato il bell' intervento di Dario Franceschini e quello di Benedetto Della Vedova che ha parlato per i finiani e di Chiara Moroni che, rivendicando la sua storia personale (è figlia di un dirigente del PSI suicida a causa di tangentopoli) è uscita dalla Pdl sostenendo che il garantismo non è impunità. Su questo punto, se vi confrontate con amici di centro destra sappiate che la mozione contro Caliendo è stata depositata il 14 luglio, prima che gli arrivasse l'avviso di garanzia, non è quindi un automatismo rispetto ad indagini, ma una richiesta che da chi fa politica ci siano comportamenti inattaccabili e attenzione alle frequentazioni. D'altronde se compro una macchina usata mi attendo dal venditore onestà che è ben di più che il rispetto del codice penale! Figuriamoci da un ministro






Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'costituzione' »

TAGCLOUD
costituzione donne camera esodati legge di stabilità decreto sanità pensioni affari sociali salute sanit sanità emilia-romagna terzo settore università attività parlamentare Bersani elezioni bologna welfare


AGENDA
06 dicembre 2017
Alla vigilia di giorni decisivi per la legge sul fine vita e lo ius soli, ci troviamo domani a parlarne al Centro Sanrafl di Bologna...
04 dicembre 2017
"Biotestamento, l'importanza di scegliere": il Pd organizza un incontro "Biotestamento, l'importanza di scegliere" Oggi a Faenza alle 18, nella Sala Bigari della Residenza Municipale
02 dicembre 2017
Testamento biologico e principio di autodeterminazione della persona - Salerno Palazzo di Giustizia, ore 9.30

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl