»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


2005-2010: cinque anni di lavoro per l'Agricoltura dell'Emilia-Romagna
30 gennaio 2010

  2005-2010: cinque anni di lavoro per l' Agricoltura dell'Emilia-Romagna, ovvero come abbiamo promosso e sostenuto la competitività delle imprese, la riorganizzazione delle filiere, la ricerca di nuovi mercati vicini e lontani, senza perdere di vista la necessità di accrescere nella comunità e nel cittadino il valore ambientale, culturale ed identitario della nostra agricoltura.
Ai nostri concittadini questi cinque anni hanno portato alcune cose molte importanti.

una migliore qualità dell'ambiente
Innanzitutto una migliore qualità dell'ambiente: sono ormai 10.000 gli ettari di terreno agricolo rinaturalizzati dagli agricoltori; 80.000 gli ettari coltivati con tecniche biologiche e molti di più quelli con tecniche miste a minimo impiego di sostanze chimiche; i consorzi di bonifica garantiscono l'efficienza di 20.000 km di canali di scolo che preservano la sicurezza idraulica di oltre 1 milione di ettari di territorio agricolo ed urbanizzato; le nuove reti secondarie del Canale Emiliano Romagnolo rendono disponibile acqua del Po ai territori della Romagna per usi non solo agricoli, favorendo, sia pure indirettamente, il contrasto della subsidenza; la montagna, territorio di straordinaria bellezza e fragilità, continua ad essere presidiato e dunque fruibile grazie alla tenacia e alla passione dei sempre meno numerosi agricoltori.

identità culturale, tradizioni,tipicità, tutela della biodiversità
In secondo luogo beni comuni preziosissimi come l'identità culturale dei territori e delle comunità, il valore delle tradizioni e delle tipicità, la tutela della biodiversità, la distintività enogastronomica: negli ultimi anni i prodotti agricoli ed alimentari dell'Emilia-Romagna tutelati dall'Europa per la loro storicità ed unicità sono passati da 25 a 30, consegnando alla nostra regione un indiscusso primato europeo; vini prodotti con uve di vitigni autoctoni come i Lambruschi, il Pignoletto, l'Albana, il Sangiovese di Romagna, l'Ortrugo, il Malvasia stanno conoscendo importanti ribalte locali ed internazionali; gli agriturismi, dopo la recente legge regionale, offrono il sapore autentico delle produzioni del territorio e delle tradizioni eno-gastronomiche; la conservazione e la valorizzazione della biodiversità agricola, cioè delle varietà vegetali e razze animali del passato, oggi a rischio di estinzione, promossa anche attraverso una apposita legge regionale, favorisce il loro recupero non solo sul piano produttivo e commerciale ma anche su quello delle tradizioni culturali e sociali ad esse connesse.

educazione alimentare ed ambientale del consumatore
Infine un contributo attivo all'educazione alimentare ed ambientale del consumatore, alla sua responsabilità sociale (mangiare è un atto agricolo) e al suo benessere: ogni anno decine di migliaia di bambini e di ragazzi delle scuole vivono l'esperienza della fattoria didattica, apprendono a distinguere i prodotti di stagione, i cicli vegetali ed animali, il valore delle risorse naturali, i principi della sana alimentazione; in oltre la metà dei comuni della regione le mense scolastiche utilizzano in chiave educativa prodotti agricoli biologici e prodotti del territorio; stanno crescendo nelle scuole superiori i distributori automatici di frutta fresca e di prodotti naturali; si stanno diffondendo i mercati agricoli, le vendite dirette dei prodotti da parte degli agricoltori e delle loro strutture di servizio, i gruppi di acquisto solidale, le fiere e le sagre popolari delle tipicità agricole ed alimentari. Insomma nell'epoca della globalizzazione l'agricoltura di casa si è proposta come un alleato prezioso per il cittadino e per la formazione dei futuri consumatori.

sostegno alle imprese agricole
Da ultimo cinque anni di lavoro a sostegno delle imprese agricole verso tre obiettivi essenziali: tenuta finanziaria e accesso al credito, sostegno all'innovazione e alla competitività agricola, apertura di nuovi mercati.

credito
Al primo obiettivo abbiamo corrisposto con una nuova legge sui Consorzi di Garanzia agricoli, con la loro aggregazione per poli interprovinciali e con un significativo aumento delle risorse dedicate.

1 miliardo e 50 milioni di euro del Programma regionale di sviluppo rurale
Al secondo con le scelte del Programma regionale di sviluppo rurale che con la recente integrazione di risorse ha portato la sua dote finanziaria ad 1 miliardo e 50 milioni di euro. Il programma ha fin qui rispettato tutti gli obiettivi a suo tempo stabiliti: tutte le richieste di insediamento dei giovani agricoltori sono state accolte e finanziate, oltre tre quarti delle risorse hanno come beneficiarie dirette le imprese agricole, i progetti di filiera hanno registrato un importante successo di adesioni e di proposte, l'equilibrio dei diversi territori rurali nell'accesso alle opportunità del piano è stato rispettato- a questo proposito va sottolineato che circa il 40% delle risorse sono destinate ai territori di montagna- attraverso punteggi aggiuntivi nei bandi per investimenti, la triplicazione degli importi delle indennità compensative e la prevalenza della montagna negli interventi degli assi tre e quattro.


nuove politiche regionali
Contemporaneamente abbiamo riordinato alcune politiche regionali con l'obiettivo di accrescerne la produttività e la prossimità alle esigenze competitive delle imprese: nuove priorità per i bandi di finanziamento della ricerca e della sperimentazione in agricoltura; nuove modalità di accesso ai servizi privati di formazione e di consulenza professionale; sportello online per la gestione telematica delle pratiche agricole; riduzione e riordino dei consorzi di Bonifica; semplificazione delle autorizzazioni per gli impianti agro-energetici; presentazione della domanda per la deroga dei limiti fissati dalla direttiva europea sui nitrati.

nuovi mercati
Infine per l'obiettivo dell'apertura di nuovi mercati l'azione regionale si è mossa in varie direzioni: dall'Accordo con Barilla per il grano duro di alta qualità, alla creazione di nuove opportunità nei mercati locali attraverso la nuova legge per gli agriturismi, la promozione delle produzioni eccellenti del territorio nella ristorazione regionale, la vendita diretta, fino a nuove presenze sui mercati internazionali attraverso iniziative specifiche come l'apertura della Casa dell'ortofrutta a Mosca, o attraverso un progetto itinerante come "Deliziando" o la promozione dei vini regionali sui mercati extraeuropei.

questa agricoltura ha un futuro
Cinque anni, dunque di lavoro serio ed impegnato per contrastare la crisi e le difficoltà che nascono dal cambiamento, per dare nuovo slancio ad una terra unica. Non tutto è andato come speravamo e molte difficoltà permangono nella loro drammaticità. Tuttavia oggi sappiamo che questa agricoltura ha un futuro perché può contare su grandi valori, su nuove idee, sull'intraprendenza , sull'attitudine all'innovazione e sulla capacità organizzativa degli agricoltori emiliano-romagnoli, sostenuti in questo dalle istituzioni e dalla coesione della società regionale.







Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'emilia-romagna' »

TAGCLOUD
terzo settore sanità affari sociali pensioni università legge di stabiità bologna decreto sanità parità di genere esodati welfare legge di stabilità emilia-romagna Bersani salute festa. unità attività parlamentare donne elezioni


AGENDA
24 agosto 2017
Iniziative Festunita. BOLOGNA
07 agosto 2017
Casalecchio Festa Unit Piazza del Popolo: Donne e lavoro: violenze da fermare e diritti da acquisire
02 agosto 2017
Anniversario della strage alla Stazione di Bologna

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl