»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


La ragioni di una scelta
22 ottobre 2009

 
  25 ottobre - primarie del Pd - andiamo a votare comunque - qualsiasi idea ci siamo fatti, anche se siamo delusi e arrabbiati, perché se non lo si usa, lo strumento primarie sparisce. A lato l'elenco dei seggi bolognesi.
Vado e voto Bersani e Bonaccini.

Più lo conosco più sono contenta di sostenere Bonaccini, è in gamba e ha entusiasmo una dote rara. Mesi fa ho scelto con convinzione  di sostenere Pier Luigi Bersani. Non è stata  una decisione improvvisa. E le ragioni sono ancora più forti. Non voglio andare avanti così come ora. Alternando il dialogo con la Pdl magari su temi delicati, come quelli del lavoro, alle urla che denunciano l'attacco alla Costituzione. A volte tutto nello stesso giorno. Con la linea seguita finora abbiamo perso le elezioni politiche, europee, amministrative e due regioni. E' ora di cambiare rotta. Non c'è in questo nessuna valutazione sulle persone, né manca l'affetto e la stima per chi ci ha guidato, c'è una riflessione politica. Ho trovato nelle parole di Bersani ragioni di speranza per un Pd con basi culturali, politiche e organizzative solide.  Sento il bisogno di un Pd convintamente e serenamente laico, che non abbia timore di declinare la parola uguaglianza, che sostenga il merito, l'unica vera opportunità per i giovani, nella ricerca, nelle università, nelle professioni e, ovviamente, in politica.
La crisi c'è. Il governo l'affronta negandola e la rabbia sale. Abbiamo il dovere di offrire risposte, di stare con chi ha perso lavoro o la professione o l'impresa e chiamare il Governo alle sue responsabilità. Abbiamo bisogno di saldare la questione economica e sociale con i problemi istituzionali della nostra fragile democrazia.

Se non hai le tv devi avere l'organizzazione. Una organizzazione efficiente da anni 2000, che ascolta, comunica con ogni strumento, rappresenta, mobilita ugualmente aderenti ed elettori. Su questo noi abbiamo già vinto il congresso delle idee, nessuno contesta più la necessità di un partito organizzato (e non venitemi a dire che il partito leggero non lo ha teorizzato nessuno! Ho pacchi di documenti che provano il contrario).
Veniamo da una campagna a tratti dura, con troppe personalizzazioni e individuazione di nemici interni. Mi ha rattristato e non lo condivido.
Rispondo nel merito alla lettera pubblicata su Europa di  Barbera,  Mancina, Gaiotti che sta sui contenuti e ricostruisce distorcendole le proposte di Bersani.
Bersani ripete da mesi e l' ha ribadito sul Carlino di martedi scorso che è per il maggioritario, ma non per questa legge Calderoli, vogliamo il ritorno ai collegi. E se no si fanno le primarie per i parlamentari, è scritto e lo ha ribadito, ma chissà perché si fa finta di non capire. La posizione sulle primarie per il segretario è stranota, ma aggiungo a titolo personale che quello che trovo sbagliato sono le liste collegate, perché diavolo i dirigenti non possono essere eletti dagli iscritti nei circoli? Sappiamo noi chi lavora e chi va solo sui giornali! L'idea che con Bersani i cattolici scappino e vadano nell'Udc  è la vecchia idea che siano i leader a determinare gli spostamenti. L'elettorato è laico da tempo, tutti i sondaggi elettorali dicono da anni che il voto cattolico non si differenzia più da quello di tutti gli altri. Certo che non capisco come si faccia a tenere il voto moderato inseguendo Di Pietro e con un atteggiamento ondivago verso le posizioni rappresentate dalla Binetti! Noi siamo per l'Ulivo e per un partito con una identità chiara che quindi può fare allenze senza subirle e senza bisogno di programmi di 2oo pagine.
Aggiungo poi che le ragioni politiche si sommano alla stima per Bersani, all'apprezzamento per la sua sobrietà e la serenità che ha mostrato anche in questi mesi.






Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'elezioni' »

TAGCLOUD
esodati parità di genere festa. unità bologna sanità legge di stabilità salute welfare elezioni attività parlamentare legge di stabiità donne università affari sociali emilia-romagna Bersani terzo settore pensioni decreto sanità


AGENDA
07 agosto 2017
Casalecchio Festa Unit Piazza del Popolo: Donne e lavoro: violenze da fermare e diritti da acquisire
02 agosto 2017
Anniversario della strage alla Stazione di Bologna
13 luglio 2017
Testamento Biologico: perch una legge sul fine vita.

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl