»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


SE LA MAGGIORANZA DICHIARA GUERRA AI BAMBINI
09 maggio 2009

Nel disegno di legge sulla sicurezza, già passato al senato e ora in aula alla Camera, sul quale il governo ha messo la fiducia che si voterà la prossima settimana, oltre ai tentativi di inserire medici spia, presidi spia e via spiando, ci sono una serie di norme che riguardano i bambini immigrati. 
C'e' una norma che la maggioranza si appresta ad approvare che di fatto strappa i figli ai genitori naturali, solo perché clandestini. Sancisce, infatti, l'impossibilità di  riconoscimento del figlio naturale o legittimo per gli immigrati privi di permesso di soggiorno. Una donna che si trovi per una qualsiasi ragione priva di un titolo che legittimi il suo soggiorno, magari perché' non l'ha ancora ottenuto, magari solo per ritardi burocratici, potrà andare in ospedale per partorire il suo bambino, ma  al momento del riconoscimento del figlio, l'ufficiale di Stato civile dovrà rifiutarsi di iscrivere il bambino perché l'art. 45  obbliga ad esibire il permesso di soggiorno per accedere alla anagrafe. O nascondersi, nascondere il bambino che così  è come se non esistesse o rischio reale che il tribunale dei minori ne dichiari lo stato di abbandono e l'adottabilità, levandolo ai genitori.
Sempre lo stesso articolo mette stretti vincoli alla possibilità del minore non accompagnato di rimanere in Italia. Stiamo parlando di bambini e ragazzi soli! E all'art. 53 ne dispone il rimpatrio assistito "nell'interesse del minore "con il rischio di rimandarli nella miseria e nella violenza a cui avevano tentato di sfuggire.
E all'art 42 una norma che tocca tutti italiani e stranieri: senza un alloggio conforme ai requisiti igienico sanitari non si può avere la residenza. Mezza Italia ne rimarebbe fuori (almeno avessero previsto il rispetto delle norme antisimiche!)
Con i vincoli e le procedure imposte recentemente alla procedura di rilascio dei permessi di soggiorno e la crisi economica in atto che fa perdere posti di lavoro, il numero dei clandestini aumenterà enormemente, e sarà di uomini donne famiglie in Italia da anni e si aggiungerà a quelli di più recente arrivo. La paura li porta a nascondersi, non andare in ospedale, a scuola etc, con il rischio che si diffonda un modello "cinese" di immigrazione, con reti di tutela clandestine e in mano alla criminalità.  Tutto ciò non ci darà più sicurezza, ma più  paura e più criminalità.








Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'donne' »

TAGCLOUD
università festa. unità affari sociali parità di genere salute sanità costituzione elezioni pensioni decreto sanità Bersani bologna legge di stabilità terzo settore esodati donne emilia-romagna legge di stabiità attività parlamentare


AGENDA
06 dicembre 2017
Alla vigilia di giorni decisivi per la legge sul fine vita e lo ius soli, ci troviamo domani a parlarne al Centro Sanrafl di Bologna...
04 dicembre 2017
"Biotestamento, l'importanza di scegliere": il Pd organizza un incontro "Biotestamento, l'importanza di scegliere" Oggi a Faenza alle 18, nella Sala Bigari della Residenza Municipale
02 dicembre 2017
Testamento biologico e principio di autodeterminazione della persona - Salerno Palazzo di Giustizia, ore 9.30

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl