»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


Buona Pasqua
09 aprile 2009

 

E' un augurio sottovoce per rispetto di tutti coloro che oggi vivono la tragedia del terremoto, è un augurio di speranza per il cuore grande degli italiani, è un augurio di responsabilità perché il cuore non basta, ci vuole anche la volontà perché non si ripeta più quanto è accaduto.
Ogni volta che apro la pagina internet di repubblica il numero dei morti aumenta, questa tragedia non è ancora terminata. Sappiamo bene che ci vorrà tempo, il tempo per la cura dei feriti, per l'allestimento delle strutture provvisorie, per la valutazione dei danni, il lungo tempo della ricostruzione. Lo sappiamo perché non è il primo terremoto che colpisce il nostro paese. Personalmente ho visto e ricordo il Friuli, l'Irpinia, l'Umbria, le Marche. Abbiamo imparato a organizzare l'emergenza, non sappiamo o vogliamo imparare a prevenire i danni,  ci abbandoniamo alla fatalità.
Però ... forse non sapete che, nel cosiddetto mille proroghe  il decreto-legge 30 dicembre 2008, n. 207, recante proroga di termini previsti da disposizioni legislative e disposizioni finanziarie urgenti da poco convertito in legge, il comma 1-septies dell'articolo 29 dispone l'ulteriore proroga dal 30 giugno 2009 al 30 giugno 2010 delle disposizioni transitorie in materia di norme tecniche per le costruzioni, introdotte dal comma 2-bis dell'articolo 5 del decreto-legge 28 maggio 2004, n. 136; cioè le norme antisimiche!!!!

La risoluzione del 19 marzo presentata dai deputati Realacci, Benamati, Mariani. Lulli recita " appare rilevante ricordare che la richiamata disciplina è stata adottata al fine di «assicurare uniformi livelli di sicurezza» nella progettazione di edifici e opere; nonostante la nota e scientificamente provata criticità del nostro territorio rispetto al rischio sismico, causa di diverse situazioni di crisi e di vera e propria emergenza, dall'anno 2004, tale previsione è stata oggetto di molteplici rinvii, in un contesto di diffusa difficoltà anche nell'assicurare l'ordinaria manutenzione degli edifici adibiti a servizi primari come la scuola e la salute; in realtà, è addirittura dal 2003 che il settore delle norme tecniche italiane, in particolare per quanto riguarda le norme sismiche, è, di fatto, in regime di prorogatio e ciò determina uno stato di grave disagio ed incertezza fra gli operatori dell'industria delle costruzioni e delle amministrazioni pubbliche. Si pensi che allo stato attuale è possibile applicare tre corpi normativi diversi che determinano livelli di sicurezza molto differenziati e standard industriali non coerenti tra loro. Inoltre i continui rinvii, se inizialmente giustificati, oggi fanno temere che le nuove norme di aggiornamento non entreranno mai in vigore, elemento che, peraltro, rappresenta anche un fattore di condizionamento nel contesto europeo, dove vigono Eurocodici Strutturali, ben più avanzati rispetto al quadro normativo che si viene a mantenere con la proroga;" La risoluzione che invita a provvedere è in attesa di discussione in commissione ambiente.







Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'salute' »

TAGCLOUD
salute università elezioni welfare bologna legge di stabiità affari sociali decreto sanità donne attività parlamentare terzo settore festa. unità Bersani sanità parità di genere esodati emilia-romagna legge di stabilità pensioni


AGENDA
16 ottobre 2017
PIU' DIRITTI PER UNA SOCIETA' PIU' GIUSTA
14 ottobre 2017
Testamento biologico. BOLOGNA
07 ottobre 2017
Fine vita. IVREA (TO)

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl