»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


A impatto zero
15 gennaio 2009

 
Decreto anticrisi 185. Ennesima fiducia ed ennesima finanziaria. Non lo dicono, ma si tratta della terza finanziaria in sette mesi. Per il quadro generale leggete l'intervento di Bersani riportato qui a lato, sul tema specifico della social card ho proposto un ordine del giorno che la maggioranza ha respinto. Vi propongo di leggere il testo del mio intervento.

SOCIAL CARD: METTETELI NELLA PENSIONE!

Non posso che apprezzare qualsiasi trasferimento di risorse ai ceti meno abbienti, però è ora di chiarire una volta per tutte che l'operazione social card così come è  troppo complicata, costosa e poco dignitosaStanno venendo a galla tutta una serie di problemi nel quotidiano che contribuiscono a creare disagio a numerose persone. Come Partito Democratico vogliamo proporre al Governo di impegnarsi per trovare delle soluzioni più semplici e dignitose. Semplici, perché si potrebbe distribuire queste risorse facendole confluire nella pensione, nell'assegno sociale oppure in un bonus da incassare alle Poste, per poter avere in mano i due bigliettoni azzurri da 20 euro, invece che un bancomat. Voglio ricordare che la gestione e la pubblicità della social card, stando al decreto interministeriale del Fondo, è costata l'1,5% dell'operazione, vale a dire 7 e più milioni di euro che potevano essere distribuiti in altro modo. Perché non farla gestire ai comuni che la situazione dei loro cittadini la conoscono e non si fanno pagare come le poste?
Da un lato si dà un bancomat, una carta prepagata del circuito Mastercard al pensionato che non sa cosa c'è dentro e per scoprirlo deve arrivare alle casse del supermercato,  dall'altro si ritorna al contante fino a 12.500 euro per i pagamenti delle parcelle dei professionisti!
Per giustificarla è stato tirato in ballo Ermanno Gorrieri defunto nel 2004 il sostenitore delle politiche per la lotta alla povertà che è tutt'altro dalla social card. Una carta per la spesa equivale al pacco di pasta portato dalle associazione di volontariato. Lasciamo questo compito alle associazioni. Lo Stato invece inizi a parlare e ad agire attraverso le pensioni, le leggi finanziarie, gli assegni sociali e i trasferimenti di risorse ha chi ne ha realmente bisogno".








Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'Bersani' »

TAGCLOUD
pensioni legge di stabilità welfare affari sociali università esodati bologna elezioni sanità decreto sanità donne legge di stabiità emilia-romagna attività parlamentare Bersani salute terzo settore festa. unità parità di genere


AGENDA
16 ottobre 2017
PIU' DIRITTI PER UNA SOCIETA' PIU' GIUSTA
14 ottobre 2017
Testamento biologico. BOLOGNA
07 ottobre 2017
Fine vita. IVREA (TO)

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl