»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


NODO DI RASTIGNANO TAV: "NON CI SONO PIU' LE CONDIZIONI PER REALIZZARE L'OPERA"
12 gennaio 2009

BENAMATI, LENZI E VITALI: "TRADITO UN INTERO TERRITORIO"
Il Ministro Matteoli risponde all'interrogazione dei parlamentari del PD di Bologna

La risposta del Ministro Matteoli "tradisce e mortifica le aspettative dei Comuni e dei cittadini di un territorio che ha subito e continua a subire da anni le conseguenze negative dei lavori dell'Alta Velocità, popolazioni che hanno dimostrato disponibilità a sopportare gravi disagi per favorire la realizzazione di una grande opera di interesse nazionale". È quanto dichiarano i parlamentari del Partito Democratico di Bologna Gianluca Benamati, Donata Lenzi e Walter Vitali in relazione a quanto affermato dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli, nella risposta all'interrogazione presentata nel settembre 2008 dagli stessi parlamentari del PD - on. Benamati, Antonio La Forgia, Donata Lenzi, Salvatore Vassallo e Sandra Zampa - e dal deputato radicale Marco Beltrandi. Con l'atto si chiedeva se il Ministro "intenda attivarsi affinché la realizzazione del progetto ‘Nodo di Rastignano/Variante alla provinciale 65 della Futa' non sia procrastinato ulteriormente, attraverso lo stanziamento dei fondi necessari al suo completamento". Il Ministro, precisano Benamati, Lenzi e Vitali "dimostra di non rispettare gli impegni presi" nel 2004 sia dall'allora Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Pietro Lunardi, sia da parte di ANAS sul reperimento degli "ulteriori finanziamenti necessari alla completa realizzazione della Variante di Rastignano". Nella risposta Matteoli scrive che la società TAV fa sapere che "ad oggi non sussistono più le condizioni previste dalla Convenzione dell'8 giugno 2004 affinché TAV stessa realizzi per il tramite del Consorzio CAVET l'opera in questione, in quanto i tempi di realizzazione non risultano più compatibili con quelli di ultimazione della tratta AV/AC Bologna - Firenze ed in quanto non risulta ancora copertura economica certa". Resta fermo l'impegno preso da TAV nella Conferenza dei Servizi del 25 maggio 2004 a finanziare l'opera mediante l'importo che residuerà dal contributo di 7,2 milioni di euro, al netto degli oneri di progettazione sostenuti. Il Ministro segnala, inoltre, che "la Variante di Rastignano alla ex SS. 65 non è inserita nei documenti di programmazione ANAS attualmente in vigore", mentre risulta mantenuto in bilancio l'importo di euro 8.984.065, 21, pari all'impegno finanziario dedotto nella Convenzione iniziale e nell'intesa del 2004. L'opera in oggetto, infatti, conclude Matteoli, "trattandosi di viabilità trasferita alla Regione, non può beneficiare delle risorse del Contratto di programma ANAS previste esclusivamente per gli interventi sulla rete di interesse nazionale". Bologna, 10 gennaio 2009





Lista completa »

· Visualizza i risultati per parola 'bologna' »

TAGCLOUD
bologna università Bersani festa. unità sanità legge di stabiità welfare attività parlamentare terzo settore decreto sanità pensioni donne emilia-romagna elezioni parità di genere salute affari sociali legge di stabilità esodati


AGENDA
07 agosto 2017
Casalecchio Festa Unit Piazza del Popolo: Donne e lavoro: violenze da fermare e diritti da acquisire
02 agosto 2017
Anniversario della strage alla Stazione di Bologna
13 luglio 2017
Testamento Biologico: perch una legge sul fine vita.

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl