»
Newsletter »
   HOME       BIOGRAFIA       I MIEI INTERVENTI       ARCHIVIO NEWS       COMUNICATI STAMPA       DOCUMENTI       CONTI IN TASCA       RESOCONTO DI MANDATO       CONTATTI   


CONTRO POVERTŔ E DEMAGOGIA Reddito di inclusione, inserimenti al lavoro, aiuti per le cure
04 agosto 2017

 

Sul sito dei DeputatiPD (clicca QUI), il testo del disegno di legge, gli interventi in Aula e un dossier di approfondimento.

Il reddito di inclusione è una misura concreta, sostenibile ed efficace, perché rivolta a chi ne ha davvero bisogno. Niente a che fare con la proposta di un reddito per tutti, finanziariamente insostenibile e socialmente sbagliata. Quelle messe in atto nei #Millegiorni sono politiche di assistenza rivolte a chi è in reale stato di difficoltà e vogliono favorire l’inserimento nel mondo del lavoro, non la permanenza ai margini.

Abbiamo affrontato con questi interventi una delle eredità più pesanti della crisi che ha precipitato milioni di famiglie e di individui nel calvario della povertà. Nei cinque anni dal 2007 al 2012 il loro numero è raddoppiato: sono passati rispettivamente da 975mila a 1,725 milioni e da 2.427 a 4.814. Gli ultimi dati, risalenti al 2016, hanno fatto registrare un miglioramento anche se la situazione rimane difficile.

 

I BENEFICIARI

L’obiettivo è aiutare tutti coloro che si trovano in povertà assoluta. Si tratta cioè di nuclei familiari o persone che non dispongono dei beni e dei servizi sufficienti a condurre un livello di vita dignitosa. A beneficiarne saranno, in modo prioritario, le famiglie con figli minori, con disabili gravi e i disoccupati con più di 55 anni. Il ministero del Lavoro ha calcolato che riguarderà 600mila famiglie, 1,8 milioni di persone e, in particolare, 500mila minori, cioè la metà del milione di bambini che versa in condizioni di assoluta miseria.

 

AIUTI SU MISURA

Le norme per la lotta alla povertà non si limitano a un sostegno sul piano puramente economico ma intervengono con una vera e propria ‘presa in carico’ della famiglia o del singolo in difficoltà. Ciò avviene attraverso progetti personalizzati di inserimento al lavoro o di cura delle eventuali necessità socio-sanitarie.

 

I MEZZI FINANZIARI

Le risorse stanziate destinate al reddito di inclusione sono: 1 miliardo e 150 milioni per quest’anno, che diventeranno 2 miliardi aggiungendo i fondi non spesi nel 2016 e i fondi europei. Gli assegni erogati varieranno in relazione al reddito, al numero di componenti del nucleo familiare e al luogo di residenza: oscilleranno così tra i circa 190 euro per una persona singola a un massimo di 485 euro mensili per un nucleo familiare di 5 o più componenti.




TAGS:
povertŕ |  reddito di inclusione | 




Lista completa »

TAGCLOUD
bologna costituzione festa. unitĂ  Bersani decreto sanitĂ  esodati universitĂ  salute paritĂ  di genere pensioni sanitĂ  terzo settore donne elezioni legge di stabilitĂ  affari sociali emilia-romagna legge di stabiitĂ  attivitĂ  parlamentare


AGENDA
06 dicembre 2017
Alla vigilia di giorni decisivi per la legge sul fine vita e lo ius soli, ci troviamo domani a parlarne al Centro Sanrafčl di Bologna...
04 dicembre 2017
"Biotestamento, l'importanza di scegliere": il Pd organizza un incontro „"Biotestamento, l'importanza di scegliere" Oggi a Faenza alle 18, nella Sala Bigari della Residenza Municipale “
02 dicembre 2017
Testamento biologico e principio di autodeterminazione della persona - Salerno Palazzo di Giustizia, ore 9.30

Archivio appuntamenti »

VIDEO



LINK
Camera dei deputati
www.camera.it
Partito Democratico
beta.partitodemocratico.it
Partito Democratico - Emilia Romagna
www.pder.it
Partito Democratico - Iscriviti al PD
www.pdbologna.org

Copyright © Donata Lenzi - C.F. LNZDNT56H69A944X - Privacy policy - site by Antherica srl